Tipi di fard e applicazione

Tipologie di fard

Se nell'antichità era un prodotto che veniva utilizzato per dare un colorito sano al viso, oggi il fard
è un cosmetico largamente impiegato, non solo per ravvivare il volto, ma anche per creare ombreggiature e effetti di volume. Sul mercato esistono fard di diversi formati e tipologie; in crema, in gel o in polvere.

Il fard in polvere è senza dubbio il più utilizzato, soprattutto per la sua facilità e rapidità di applicazione, ma anche perché è disponile in un ampia gamma di nuance e colori.
Applicazione: se il fard è in polvere libera, versare una piccola quantità nel tappo e dopo aver passato il pennello, eliminare la polvere in eccesso. Se invece il fard è in polvere compatta, sarà sufficiente ruotare il pennello nel fard e soffiare sul pennello per togliere il prodotto in eccesso.
Questo tipo di fard richiede un pennello di medie dimensioni dalle setole molto morbide, che aiuteranno nella stesura del prodotto, e permette di sfumare il colore nel modo desiderato.

Il fard in crema permette di ravvivare il colore del viso, ed è particolarmente indicato per chi non utilizza il fondotinta. La tipologia in gel, invece, è utile soprattutto d'estate, per risaltare l'abbronzatura; questo tipo di fard è indicato per le pelli secche e ha la caratteristica di durare a lungo ed è facile da sfumare.
Inoltre il fard può essere opaco o perlato; il fard opaco permette di mascherare le imperfezioni del viso, mentre il fard perlato dona al volto molta luminosità.